ITAItalianoEnglishENG
Strada dei vini e dei sapori - Colline di Scandiano e Canossa

MUSEO CERVI in collaborazione con la STRADA DEI VINI E DEI SAPORI COLLINE DI SCANDIANO E CANOSSA

Dal 22 aprile 2017 al 25 aprile 2017

 

SCARICA IL PDF delle proposte turistiche

 

 

Istituto Alcide Cervi in collaborazione con Strada dei Vini e dei Sapori delle Colline di Scandiano e Canossa

 

25 APRILE E DINTORNI. UN VIAGGIO IN TERRA REGGIANA FRA VALORI, ENOGASTRONOMIA, ACCOGLIENZA

 

PROPOSTE TURISTICHE

 

 

CANOSSA: CENTRO DEI POSSEDIMENTI DI MATILDE E CULLA DI PRELIBATEZZE GASTRONOMICHE

(valido sia per singoli che per gruppi)

2 giorni/1 notte – Lunedì 24 e Martedì 25 Aprile

Possibilità di organizzare un tour anche per la giornata di Domenica 23 aprile, su richiesta


Primo giorno:

Nel cuore delle Terre Matildiche, si è circondati dal sistema difensivo di Canossa, centro dei possedimenti della Granduchessa Matilde di Canossa, la più importante donna del medioevo, la Matelda cantata da Dante nel Paradiso, colei che, schierandosi con la Chiesa riformata da Papa Gregorio VII, tenne testa con le armi all’imperatore Enrico IV. Nel 1076 Matilde entrò in possesso di un vasto territorio che comprendeva la Lombardia, l'Emilia, la Romagna e la Toscana. Del sistema difensivo di Canossa fanno parte diversi castelli, quali il Castello del Bianello, dove, nel 1111 Matilde fu incoronata Vice Regina d'Italia, il castello di Montecchio, che vigilava sulla via di transito fluviale, e nei cui sotterranei è un importante sepolcreto carolingio. Poco più a monte, il borgo fortificato di San Polo si poneva come ulteriore livello di difesa...

Del Castello di Canossa, costruito intorno all'anno 940 da Adalberto Atto, principe di stirpe longobarda, rimangono le rovine ed un museo sulla Rupe, che potrete visitare (possibilità di visita guidata o con audioguide).

Canossa è famosa per l'episodio di conciliazione dell'imperatore Enrico IV con il pontefice Gregorio VII, nell'anno 1070, e dai cui deriva il famoso detto “Andare a Canossa”.

 

Di fronte a Canossa sorge il Castello di Rossena, intatta fortezza militare a difesa del territorio, arroccata su una rupe dai riflessi di fuoco, come la vicina torre segnaletica di Rossenella (possibilità di visita guidata o con audioguida).

Durante la giornata potranno essere organizzate una o più attività di visita in azienda con degustazione presso acetaia, cantina, latteria, salumificio o azienda di produzione di prodotti tipici, in base alla disponibilità del momento e della preferenza del cliente.

Queste terre infatti, sono la culla di diversi prodotti tipici quali il Fiocco di Culatello, un salume ricavato dalla parte posteriore della coscia del maiale, il famosissimo Parmigiano Reggiano, l'Aceto Balsamico Tradizionale, l'Erbazzone Reggiano ed è una terra altresì ricca di vigneti autoctoni, da cui si ricavano il Lambrusco, la Malvasia, la Spergola ed altri vini tipici. Sarà interessante poter visitare le aziende e capire come vengono prodotti queste nostre eccellenze.


Cena in ristorante o osteria a base di prodotti tipici.

Pernottamento con prima colazione in B&B o Agriturismo


Secondo giorno:

Per la festa del 25 Aprile, anche quest'anno l'appuntamento è a Casa Cervi.

Si parte alle ore 10.00, presso il Museo Cervi, con l'Apertura della Festa e degli stand espositivi e gastronomici. Il programma della giornata prevede:

ore 10 - Inizio Festa

Sul palco di Casa Cervi:

ore 13,30 - Concerto dei Nuju

ore 14,30 - Inizio celebrazioni

Apertura della Festa con i saluti di:

Albertina Soliani, Presidente Istituto Alcide Cervi
Luca Vecchi, Sindaco di Reggio Emilia
Giammaria Manghi, Presidente della Provincia di Reggio Emilia

ore 15,15 - Concerto degli Empatee Du Weiss

ore 16,00 - Testimonianze di:

GIGLIO MAZZI - Partigiano
MARA FONTI - Testimone antimafia

Ore 16,45 - Concerto dei Khorakhanè

ore 17,30 - Testimonianze di:

FATMA MAHFUD - Fronte Polisario Sahrawi
GULALA SALIH - Attivista curda per i diritti umani

Ore 18,15 - Concerto degli Après La Classe official

A seguire: Dj set resistente a cura di Mark Bee Bedenghi



Prezzo a persona a partire da: 90 euro

Note sul prezzo: il prezzo comprende la cena, il pernottamento con prima colazione e una o più attività enogastronomiche scelte. L'entrata ai musei e le visite guidate saranno pagate direttamente in loco e non sono incluse nella quota. La richiesta deve pervenire con almeno sette giorni di anticipo rispetto alla data dell'erogazione del servizio. Spostamento con mezzi propri


Difficoltà: livello di difficoltà medio – la gita può comprendere percorsi con pendii, scalini, terreni accidentati e/o lunghi tempi di attesa.


SCANDIANO TRA STORIA E SAPORI (valido sia per singoli che per gruppi)

2 giorni/1 notte – Lunedì 24 e Martedì 25 Aprile


Possibilità di organizzare un tour anche per la giornata di Domenica 23 aprile, su richiesta


Primo giorno:

Entreremo subito nella storia di Scandiano, culla del famoso poeta Matteo Maria Boiardo, nato all'interno di una stanza della Rocca del Boiardo. Questa domina il centro storico del paese ed è senza dubbio in monumento di grande valore storico e culturale; fatta costruire dalla famiglia nobile dei Da Fogliano, nel XII secolo, oggi prende il nome dalla famiglia Boiardo che l'abitò dal 1423 per 137 anni. Costruita inizialmente come luogo di difesa, fu per questo dotata di cinta muraria, fossato con annesso ponte levatoio e torri di vedetta. Divenne in seguito dimora rinascimentale, quando il governo di Scandiano passò nelle mani della famiglia Boiardo. La visita all'interno della Rocca mostra la forma della stessa nata dalle modifiche apportare dalla famiglia Thiene, che vi abitò dal 1565 per 58 anni (possibilità di visita guidata o con audioguida).

Durante la giornata potranno essere organizzate una o più attività di visita in azienda con degustazione presso acetaia, cantina, latteria, salumificio o azienda di produzione di prodotti tipici, in base alla disponibilità del momento e della preferenza del cliente.

Queste terre infatti, sono la culla di diversi prodotti tipici quali il Fiocco di Culatello, un salume ricavato dalla parte posteriore della coscia del maiale, il famosissimo Parmigiano Reggiano, l'Aceto Balsamico Tradizionale, l'Erbazzone Reggiano ed è una terra altresì ricca di vigneti autoctoni, da cui si ricavano il Lambrusco, la Malvasia, la Spergola ed altri vini tipici. Sarà interessante poter visitare le aziende e capire come vengono prodotti queste nostre eccellenze.

Cena in ristorante o osteria a base di prodotti tipici.

Pernottamento con prima colazione in B&B o Agriturismo.


Secondo giorno:

Per la festa del 25 Aprile, anche quest'anno l'appuntamento è a Casa Cervi.

Si parte alle ore 10.00, presso il Museo Cervi, con l'Apertura della Festa e degli stand espositivi e gastronomici. Il programma della giornata prevede:

 

ore 10 - Inizio Festa

Sul palco di Casa Cervi:

ore 13,30 - Concerto dei Nuju

ore 14,30 - Inizio celebrazioni

Apertura della Festa con i saluti di:

Albertina Soliani, Presidente Istituto Alcide Cervi
Luca Vecchi, Sindaco di Reggio Emilia
Giammaria Manghi, Presidente della Provincia di Reggio Emilia

ore 15,15 - Concerto degli Empatee Du Weiss

ore 16,00 - Testimonianze di:

GIGLIO MAZZI - Partigiano
MARA FONTI - Testimone antimafia

Ore 16,45 - Concerto dei Khorakhanè

ore 17,30 - Testimonianze di:

FATMA MAHFUD - Fronte Polisario Sahrawi
GULALA SALIH - Attivista curda per i diritti umani

Ore 18,15 - Concerto degli Après La Classe official

A seguire: Dj set resistente a cura di Mark Bee Bedenghi



Prezzo a persona a partire da: 90 euro

Note sul prezzo: il prezzo comprende la cena, il pernottamento con prima colazione e una o più attività enogastronomiche scelte. L'entrata ai musei e le visite guidate saranno pagate direttamente in loco e non sono incluse nella quota. La richiesta deve pervenire con almeno sette giorni di anticipo rispetto alla data dell'erogazione del servizio. Spostamento con mezzi propri


Difficoltà: livello di difficoltà medio – la gita può comprendere percorsi con pendii, scalini, terreni accidentati e/o lunghi tempi di attesa.


BRESCELLO, BORETTO E IL FIUME PO (valido sia per singoli che per gruppi)

Possibilità di scelta: 2 giorni/1 notte, 3 giorni/2 notti, 4 giorni/3notti – da Sabato 22 a Martedì 25 Aprile

 

Sabato 22 Aprile – GIORNATA SUL GRANDE FIUME

Boretto si estende lungo la riva destra del fiume Po, dove è ormeggiata una nave, abilitata al servizio di navigazione non di linea, sulla quale è stato allestito un ristorante di cucina tipica del territorio. Sarà possibile quindi pranzare sulla nave durante la navigazione ed ammirando il paesaggio del “grande fiume”. La nave salperà verso Boretto alle ore 12.30 per poi rientrare al porto di partenza alle ore 16.00 – Itinerario Boretto, Isola degli Internati, Boretto.

Cena e pernottamento in hotel o agriturismo.

 

Domenica 23 Aprile

La provincia di Reggio Emilia, ed in particolare Brescello, è anche la patria di Don Camillo e Peppone, i celebri antagonisti degli anni '50, protagonisti di diversi capolavori cinematografici, realizzati e girati per lo più nel comune di Brescello e Boretto. Durante la visita all'interno dei musei, nati dall'entusiasmo dei cittadini brescellesi, si possono ammirare numerosi cimeli, come la moto di Peppone, il vestito di Don Camillo, le biciclette usate dai due alla fine di “Don Camillo e l'on. Peppone, numerose fotografie scattate durante la lavorazione dei film, i manifesti originali, le ricostruzioni della canonica di Don Camillo e della cucina di Peppone...


Pranzo libero.

Nel pomeriggio TOUR GOLOSO a scelta, in caseificio, acetaia o azienda di produzione di amaretti e zuffe, dolci tipici reggiani.


Cena, pernottamento e prima colazione in hotel o agriturismo.


Lunedì 24 Aprile


Visita al centro storico di Reggio Emilia


Il Centro Storico è diviso a metà dall'antica Via Emilia, strada principale e abituale meta del “passeggio” dei reggiani, che si snoda tra suggestive piazze.


In Piazza Prampolini visiterete l'omonimo palazzo che ospita la Sala del Tricolore: Reggio Emilia vanta infatti l'appellativo di “Città del Tricolore”, in quanto la bandiera italiana, su ispirazione dei vesselli della Repubblica Cispadana, nacque e fu esposta per la prima volta nella nostra città, il 7 gennaio 1797. Nella stessa piazza sorge anche l'antico Duomo, risalente all'anno 857, all'interno del quale riposano i santi Crisante (o Cristiano) e Daria, due martiri cristiani del III secolo.


Nella Piazza dei Teatri si affacciano ben tre teatri: il Teatro Valli, che occupa uno dei primi posti per importanza nel panorama nazionale, il Teatro Ariosto, denominato anche Teatro della Cittadella, poiché in quella zona sorgeva l'antica Cittadella di Reggio Emilia, abbattuta nel XIX secolo, e il Teatro Zavattini, noto ai reggiani con il nome di Teatro Cavallerizza, poiché in passato era adibito a uso equestre. Nella stessa piazza sorge la Chiesa di San Francesco, eretta nel 1272 dai frati francescani, su una chiesetta preesistente dedicata a San Luca.


Su Piazza Gioberti si affaccia la Basilica di Santa Maria della Ghiara, la cui costruzione è legata al miracolo avvenuto il 29 aprile 1596, quando il giovane Marchino, sordomuto dalla nascita, ottenne miracolosamente parola ed udito, mentre pregava davanti ad un'immagine della Madonna dipinta dal Bertone.


Nella stessa piazza, occupata da un gruppo di case antiche fino al 1842, sorge l'Obelisco eretto in onore del matrimonio tra Aldegonda di Baviera e il duca Francesco V. In seguito l'obelisco fu dedicato ai martiri del Risorgimento.



Nel pomeriggio TOUR GOLOSO a scelta, in caseificio, acetaia o azienda di produzione di amaretti e zuffe, dolci tipici reggiani.


Cena, pernottamento e prima colazione in hotel o agriturismo.


Martedì 25 Aprile

Per la festa del 25 Aprile, anche quest'anno l'appuntamento è a Casa Cervi.

 

Si parte alle ore 10.00, presso il Museo Cervi, con l'Apertura della Festa e degli stand espositivi e gastronomici. Il programma della giornata prevede:

 

ore 10 - Inizio Festa

Sul palco di Casa Cervi:

ore 13,30 - Concerto dei Nuju

ore 14,30 - Inizio celebrazioni

Apertura della Festa con i saluti di:

Albertina Soliani, Presidente Istituto Alcide Cervi
Luca Vecchi, Sindaco di Reggio Emilia
Giammaria Manghi, Presidente della Provincia di Reggio Emilia

ore 15,15 - Concerto degli Empatee Du Weiss

ore 16,00 - Testimonianze di:

GIGLIO MAZZI - Partigiano
MARA FONTI - Testimone antimafia

Ore 16,45 - Concerto dei Khorakhanè

ore 17,30 - Testimonianze di:

FATMA MAHFUD - Fronte Polisario Sahrawi
GULALA SALIH - Attivista curda per i diritti umani

Ore 18,15 - Concerto degli Après La Classe official

A seguire: Dj set resistente a cura di Mark Bee Bedenghi

 

Prezzo a persona a partire da: 95 euro per due giorni (24 e 25 aprile)

Prezzo a persona a partire da: 225 euro per tre giorni (23, 24, 25 Aprile)

Prezzo a persona a partire da: 355 euro per tre giorni (22, 23, 24, 25 Aprile)


Note sul prezzo: il prezzo comprende il pranzo in nave (giornata opzionale), la cena, il pernottamento con prima colazione e una o più attività enogastronomiche scelte. L'entrata ai musei e le visite guidate saranno pagate direttamente in loco e non sono incluse nella quota. La richiesta deve pervenire con almeno sette giorni di anticipo rispetto alla data dell'erogazione del servizio. Spostamento con mezzi propri


Difficoltà: livello di difficoltà facile – La gita può comprendere brevi percorsi su scalini, terreni accidentati e/o brevi tempi di attesa in piedi.


Per maggiori informazioni e prenotazioni rivolgersi a:


info@filoteaviaggi.it – Letizia – 0522 792199 assistenza tecnica

 

Strada dei Vini e dei Sapori - Colline di Scandiano e Canossa - info@stradaviniesapori.re.it