ITAItalianoEnglishENG
Strada dei vini e dei sapori - Colline di Scandiano e Canossa
Foto Gallery
Per saperne di più
A tavola con l'Ariosto
  UN MESE A TAVOLA CON L'ARIOSTO 15 ottobre - 15 novembre 2014In occasione del 540° anniversario dalla nascita del ...
Sapori e Profumi d'Appennino 2017
A Cervarezza Terme tornano i Sapori e i Profumi d’Appennino Domenica 20 agosto 2017,  la settima edizione ...
Sagra dal Scarpasoun
SAGRA DAL SCARPASOUN - Montecavolo, sabato 7 e domenica 8 giugno ...

Una "Slow Walk" tra monti e laghi

UNA "SLOW WALK" TRA MONTI E LAGHI - 2 giugno 2014

 

In occasione della Giornata Verde dell'Emilia Romagna, dedicata ufficialmente alla valorizzazione e alla scoperta di tradizioni e bellezza della nostra terra, la Strada dei Vini e dei Sapori delle Colline di Scandiano e Canossa organizza una camminata all'interno del Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano.

Alle ore 9.00, dalla piazza Primo Maggio di Cervarezza (869 m), si parte alla volta del Parco delle Fonti S. Lucia. Qui, tra faggi secolari, fonti di acqua oligominerale e un profumato sottobosco visiteremo la chiesetta S. Lucia e attraverseremo il parco-avventura Cerwood.

Aggirando il Monte Campestrino, si percorre la così chiamata “strada del cavicchio”, che collega Le Fonti di Santa Lucia al mulino di Montemiscoso, un tempo alimentato dalle acque del rio Lonza e censito nella Carta Idrografica d'Italia del 1888.

Proseguiremo poi alla volta del Lago Calamone, sotto al monte Ventasso. Il lago, di origine glaciale, si trova ad un'altitudine di circa 1400 m. E' alimentato da tre sorgenti naturali ed è il più vasto lago naturale della provincia di Reggio Emilia. E' circondato da ampi boschi di faggio e conifere in ottimo stato di conservazione. Qui ci fermeremo per un pranzo al sacco di tipicità del territorio. (Per chi volesse, c'è anche la possibilità di pranzare al ristorante).

Percorrendo la strada forestale raggiungeremo Ventasso Laghi, dove percorreremo le piste da sci, per ammirare la vallata dove nasce il fiume Secchia. Raggiungeremo il sentiero che porta all'oratorio S. Maria Maddalena (1505 m). L'oratorio medioevale fu un antico eremitaggio di donne, più volte restaurato e ricostruito, l'ultima volta dopo la distruzione operata dai tedeschi nel 1944, per eliminare un rifugio strategico alle formazioni partigiane. L'oratorio è tutt'oggi meta di un tradizionale pellegrinaggio alla fine del mese di luglio, perchè è ancora sentito il culto di S. Maria Maddalena. Si dice che un masso all'esterno dell'edificio rechi l'impronta della schiena della Santa.

Da qui ripercorreremo la sassaia e ci incammineremo lungo la strada del ritorno. Attraversando pascoli, sorgenti, vallate, faggeti, raggiungeremo il borgo di Cervarezza.



Quota di partecipazione: 6 euro

La quota comprende: guida e assicurazione


Cestino di prodotti tipici montanari per pranzo al sacco: euro 7


Per maggiori informazioni e prenotazioni:

  1. info@stradaviniesapori.re.it – 0522 272320 Giulia

  2. info@filoteaviaggi.it – 0522 792199 Letizia assistenza tecnica



Strada dei Vini e dei Sapori - Colline di Scandiano e Canossa - info@stradaviniesapori.re.it